Veronik - Parto 21/10/2014 - Daniel

In questa sezione potete condividere i vostri racconti sul parto e ricevere i commenti degli altri utenti

Veronik - Parto 21/10/2014 - Daniel

Messaggioda veronik » 08/12/2014, 14:45

Ciao tutte belle tibbine, finalmente scrivo per lasciare le mia testimonianza.
Daniel ha deciso di arrivare prima, ero a 37+6 e in quella sera parlavamo via FaceTime con i genitori del mio fidanzato per convincerli a prendere i biglietti di aereo per venire in Spagna da noi. La suocera, (una fifona), ha paura di volare, perciò cercava di posticipare più possibile questo viaggio.
La mia DPP era 5 novembre, c'era ancora tempo abbastanza. Insomma, mentre parlavamo e ceravamo di convincerli a venire un po' prima in modo da poter visitare Barcelona e anche Madrid (noi abitiamo a Madrid), io inizio a sentire delle contrazioni nella parte alta della pancia, erano abbastanza vicine, però non dolorose, e siccome ero tutta presa a convincere i suoceri, non ho dato importanza. Così, mentre parliamo, mi siedo sulla palla e comincio a fare dei movimenti avanti indietro, a destra, a sinistra, proprio come ci avevano insegnato al corso preparto.
Dico a mia suocera per scherzo: "vedi di venire perché mi sa che io partorisco sta notte". Mi guardano e dicono: "Ma vaaa! è ancora presto, poi si sa che alla prima gravidanza ci vuole sempre più tempo . Di solito si va oltre il termine". Alla fine convinciamo i suoceri a venire il 28 di ottobre.
Saluti e baci, ci prepariamo per la notte, il cucciolo nella pancia agitatissimo, io con contrazioni non dolorose che solo adesso col seno di poi riconosco come tali. In torno all'una e mezzo di notte, mi sveglio perché sento un rumore tipo "puf" e mi sento bagnata. Dico tra me e me :"Mannaggia, sta volta mi sono fatta la pipì addosso". Mi alzo e vado in bagno, la "pipì"... non è pipì. Sveglio il mio amore e gli dico: "Mi sa che non vai a lavoro oggi" e lui mi guarda sorpreso pensando che era già mattino e di non aver sentito la sveglia.
Io, un po' in panico, un po' sorpresa, cerco di finire la borsa per l'ospedale e lui, con tutta la calma de mondo, mi chiede se ho preso tutto l'occorrente.
Ci avviamo verso l'ospedale, tutti i semafori rossi, in giro manco un cane, così lui li passa tutti.
Alle due sono già in ospedale attaccata alla macchinetta per i tracciati, con la dilatazione di 1 cm. Il tempo passa veloce, arrivano piano piano le contrazioni quelle più dolorose, e io mi rendo conto di non sapere come respirare per riuscire a rilassarmi un po'. Prendo il telefono e tra una contrazione e l'altra, cerco informazioni...capirai. Con le contrazioni arrivano anche i conati di vomito e così addio la mia volontà di fare un parto tutto al naturale.
Chiamo l'ostetrica e dico che voglio l'epidurale. Mi dice di pazientare un po' perché il medico non può venire subito e io mi metto tutto l'impegno e tengo duro.
Il mio uomo, una montagna di tranquillità mi dice che sono bravissima, meno male...
Siamo già intorno alle 4, se non mi sbaglio...E intanto arriva l'infermiere per prepararmi per l'epidurale, flebo attaccato, misura la dilatazione....niente epidurale, qui siamo a 9 cm. Oddio! Guardo il mio uomo e rimango di stucco, ma come? Avevo sentito tante di quelle storie sui primi parti, tra queste, che i tempi sono lunghissimi, invece eccomi qui, pronta a dare alla luce la mia creatura in così poco tempo?
Arrivano le due ostetriche, i miei due angeli, e mi chiedono di provare a fare le prime spinte...niente da fare, il piccolo è ancora troppo in alto, così decidono di spegnere le luci e di farmi aspettare, senza spingere. Oddio! come si fa a non spingere quando tutto quello che hai voglia di fare durante la contrazione è proprio spingere... Contrazioni sempre più ravvicinate e conati di vomito, però consapevole che da li a poco avrò il mio cucciolo tra le braccia.
E' strano come in quei momenti si perde la nozione del tempo, ricordo solo le ostetriche tornare, luci spente e parole dolci ma nello stesso tempo decise, angeli custodi, che anche parlando una lingua diversa dalla mia, hanno saputo darmi forza e fiducia nel momento in cui il mio amore è uscito fuori scusandosi, (sti uomini che ti piantano proprio sul più bello :roll: )e poi rientrato giusto in tempo per prendere il cucciolo in braccio
Per farla breve, mi hanno messo davanti uno specchio e mi hanno chiesto di guardare tutto, all'inizio mi sono rifiutata, poi ho capito che in quel modo mi rendevano più partecipe e più consapevole di quello che stava succedendo.
Ore 7:08 Poche spinte e il cucciolo è fuori, non piange, ma questa cosa non sembra turbare nessuna delle due, me lo mettono subito sul petto pelle a pelle e lui mi guarda con due occhi grandi e curiosi, 2755gr in 48 cm di meraviglia.
E' incredibile, non avrei mai creduto che i bambini aprono gli occhi così presto e nemmeno che possono guardarti così . E' stato amore a prima vista, lui si è attaccato al mio seno quasi subito, e io ogni tanto davo un occhiata per capire cosa mi stavano facendo ancora. Prima del parto, l'ostetrica aveva tirato fuori un casino di forbici e io nella mia disperazione mi sono detto, mannaggia, ora mi fanno l'episiotomia. Invece no, due puntini, uno sotto, uno sopra.
Ragazze, cosa dire? Mi sono dileguata troppo, forse ho anche annoiato qualcuna. Ogni storia è diversa, ogni donna e ogni parto lo è. Vi auguro di avere un parto veloce come il mio, senza dover vedere nessun ginecologo intorno, accompagnate e rese partecipi al vostro parto e nello stesso tempo rispettate come donne e mamme.
Non dimenticherò mai le due ostetriche che dopo il parto mi hanno abbracciata e baciata, mi hanno fatto sentire ancor più tranquilla se possibile. In tutto questo tempo, il mio uomo, sempre lì con me, tutto sommato si è comportato più che bene.
Cavolo, quanto ho scritto!
Nel frattempo il cucciolo si è svegliato e adesso mangia beatamente, mentre io finisco il romanzo con una sola mano.
Baci a tutte voi mamme o future mamme, non mollate mai. Questa è la cosa più meravigliosa che ci può capitare nella vita!

-----------------------
SCHEDA DEL PARTO
-----------------------

Informazioni Aggiuntive

località del parto: Barcellona

data racconto: 08/12/2014
anno parto: 2014
feti n°: 1
parto n°: 1
tipo parto: vaginale
settimane: 37+6
struttura: ospedale

Tag

naturale non medicalizzato
senza epidurale
veronik
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 29/12/2013, 9:48
Località: Barcellona
Anno di nascita: 1977
Numero figli: 1
Gravidanza: non desiderata

Re: Veronik - Parto 21/10/2014 - Daniel

Messaggioda cip » 08/12/2014, 15:07

Veronik, che bello! Sei riuscita ad avere un parto sereno, dove ti hanno lasciata fare :affetto: Non mi ahi annoiata...un parto per esser raccontato ha bisogno di tutte le parole che si necessitano :imbarazzato:

Ma poi i tuoi suoceri?! :mrgreen:

Veronik ha scritto:E' incredibile, non avrei mai creduto che i bambini aprono gli occhi così presto e nemmeno che possono guardarti così .

Ho le lacrime agli occhi! Non vedo l'ora di vivere questa emozione :cuore: :cuore:
Avatar utente
cip
 
Messaggi: 5354
Iscritto il: 26/02/2013, 11:03
Località: Torino
Anno di nascita: 1988
Numero figli: 1

Re: Veronik - Parto 21/10/2014 - Daniel

Messaggioda paoletta79 » 08/12/2014, 15:22

Veronik... ma che bello.... un parto da sogno! Non hai annoiato.... anzi quando ho finito di leggere mi sono chiesta come hai fatto a descrivere tutto in cosi' poche righe..... Che emozione fortissima...... un racconto bellissimo e commovente.... grazie per averlo condiviso con noi. :bacio :bacio
Massimiliano nato 25 aprile 2015

Il Mio Grafico: http://www.temperaturabasale.it/tool/te ... ZBrwwwjdjh
La mia storia: viewtopic.php?f=5&t=1496
Avatar utente
paoletta79
 
Messaggi: 3297
Iscritto il: 07/02/2014, 16:42
Località: Londra
Anno di nascita: 1979
Numero figli: 1
Gravidanza: non desiderata

Re: Veronik - Parto 21/10/2014 - Daniel

Messaggioda veronik » 08/12/2014, 15:45

cip ha scritto:Ma poi i tuoi suoceri?! :mrgreen:

Cip, ci siamo chiesti se chiamarli subito quando siamo arrivati in ospedale, poi abbiamo deciso di aspettare fino dopo il parto e la mattina, il mio fidanzato si è fatta una foto con il cucciolo e l'ha mandata alla suocera. Non ti dico, lei ha cominciato a piangere incredula. Insomma, loro sono arrivati a Madrid il 30 di ottobre, per la mia felicità, perché ho sempre desiderato stare solo noi tre subito dopo il parto e i primi giorni in modo da conoscerci meglio e abituarci alla nuova vita.
veronik
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 29/12/2013, 9:48
Località: Barcellona
Anno di nascita: 1977
Numero figli: 1
Gravidanza: non desiderata

Re: Veronik - Parto 21/10/2014 - Daniel

Messaggioda Blade » 21/12/2014, 18:17

Ma che bel racconto, altro che annoiare!! :affetto: Hai avuto un parto splendido, dici che non sapevi cosa fare ma a quanto pare il tuo corpo lo sapeva bene e tu l'hai seguito alla perfezione! Le ostetriche poi sono state molto brave a lasciarti fare, spegnere le luci, creare la giusta intimità, a volte è solo quello che serve, senza bisogno di altri interventi o parole. Che dire? Spero di poter raccontare anche io un parto così sereno tra non molto! :bacio
Giona è con noi dal 12.01.2015
Il mio grafico della tb
Qualcosa su di me
"Lasciatelo stare. Lasciatelo fare. Lasciategli il tempo. Il sole si alza forse di colpo?
Lasciate alla nascita la sua lentezza e la sua gravità." F. Leboyer
Avatar utente
Blade
 
Messaggi: 17837
Iscritto il: 20/12/2012, 14:52
Località: Sondrio
Anno di nascita: 1984
Numero figli: 2
Gravidanza: non desiderata

Re: Veronik - Parto 21/10/2014 - Daniel

Messaggioda veronik » 26/12/2014, 15:02

Grazie ragazze, scuzate se non rispondo veloce. Come dicevo, vi auguro di cuore di avere un parto come il mio. Un abbraccio e buone feste a tutte voi mammine o future mammine :bacio
veronik
 
Messaggi: 210
Iscritto il: 29/12/2013, 9:48
Località: Barcellona
Anno di nascita: 1977
Numero figli: 1
Gravidanza: non desiderata

Torna a Racconti di parto